ENDODONZIA

 

Il recupero di denti anche gravemente compromessi passa spesso attraverso la devitalizzazione dello stesso. La rimozione totale del nervo ed il completo riempimento dei canali radicolari mediante guttaperca, che garantisce un perfetto sigillo apicale, avviene riducendo al minimo la rimozione di tessuto dentale grazie a strumenti estremamente flessibili di ultima generazione usati sotto ingrandimenti.

Qualora per anomalie anatomiche o più spesso per ritrattamenti di terapie incongrue non si raggiunga un risultato ottimale o qualora si riscontrino lesioni apicali non guarite dopo approccio diretto (granulomi o cisti) la soluzione è rappresentata dalla rimozione chirurgica della lesione e dal sigillo dei canali per via retrograda (apicectomia). Un dente devitalizzato è in genere meno resistente e deve essere quindi protetto mediante copertura parziale (intarsio tipo onlay) o totale (corona).